Trittico, un farmaco con molte qualità

Gentili lettori, come sapete io ho molta simpatia per il farmaco Trittico (Trazodone) ed in particolare per quello a rilascio prolungato. Perchè? Perché, come dice il nome, Trittico ha prevalentemente tre funzioni: antidepressiva, ansiolitica e ipnoinducente; tali tre funzioni sono contemporanee a qualsiasi dosaggio ma per raggiungere un effetto antidepressivo pieno generalmente si devono superare i 75 mg mentre se assunto solo per l’insonnia o l’ansia può bastare un dosaggio più basso, di solito non più di 75 mg.

Gli effetti collaterali a dosaggi alti diciamo dai 150 mg in sù possono essere sedazione, sonnolenza, ipotensione ortostatica e, in alcuni soggetti, naso un po’ chiuso e mal di testa. Per il resto, Trittico non ha rilevanti effetti collaterali essendo praticamente privo di azione anticolinergica (presente invece, ad esempio, in Laroxyl che per questo, a dosaggi alti, tende a dare stitichezza, ritenzione urinaria, qualche disturbo della visione da vicino, bocca asciutta, necessità di controllare la pressione dell’occhio); ancora, Trittico non provoca rigidità, ansia motoria (acatisia) o apatia-demotivazione-pigrizia come tendono a fare invece i farmaci inibitori del sistema dopaminergico cerebrale (antipsicotici in primis ma anche antidepressivi serotoninergici).

Cosa rilevante poi, Trittico è uno dei pochi antidepressivi efficaci a non dare disturbi sessuali anzi, a dosaggi bassi (diciamo fino a 75 mg) viene talvolta usato per curare i disturbi sessuali maschili e femminili. Ancora, mentre la maggior parte degli antidepressivi tende a rovinare la qualità del sonno, Trittico la migliora; inoltre, sembra che la sospensione della terapia, sia molto più semplice con Trittico e non vi siano quei temibili effetti d’astinenza, precoci e tardivi, che si hanno con gli altri antidepressivi (deve comunque essere scalato lentamente).
Certo, va detto anche che Trittico non è un antidepressivo molto potente se usato da solo perché ha solo la componente serotoninergica e non quella noradrenergica o dopaminergica e non è nemmeno in grado di innalzare potentemente la concentrazione sinaptica di serotonina; questo da un lato contribuisce all’assenza di certi effetti collaterali dall’altra lo rende poco indicato in monoterapia per le gravi depressioni.
Riassumendo, ritengo che la modalità migliore di usare il trittico sia:

  • Per mitigare gli effetti da sospensione sia di fase 1 che di fase 2 dei comuni antidepressivi
  • Utilizzato da solo a dosaggio medio per insonnia, ansia e disassuefazione dalle benzodiazepine;
  • In associazione con altri antidepressivi per potenziare l’effetto di questi ed eliderne al contempo gli effetti collaterali come i disturbi sessuali, l’ansia e l’insonnia.

Un’ultima nota: esiste del Trittico la formulazione a rilascio immediato (in gocce, fiale e compresse) e a rilascio prolungato (compresse); nell’ambito del rilascio prolungato, esiste il Trittico 75 mg che ha un lento rilascio costante per 12 ore e il Trittico Contramid da 150 o 300 mg, (ultimi nati), che invece hanno un rilascio ancora più lento e ti coprono per 24 ore.

Sul trittico, leggi anche i miei precedenti articoli: Trittico (Trazodone) ; Per dormire: Benzodiazepine o Trittico?

Se desiderate leggere la scheda tecnica ufficiale del trittico: Scheda tecnica AIFA del Trittico

Se desiderate approfondire l’argomento, vi consiglio questo recente e completo articolo sul Trittico scritto da rinomati scienziati: Clinical guidance for the use of trazodone in major depressive disorder and concomitant conditions: pharmacology and clinical practice (2020)

Un caro saluto,

A. Mercuri

38 commenti
  1. Cristina
    Cristina dice:

    Gent.le dott
    Ho preso Paroxetina da 20 mg. Per molti anni. Ora sto sostituendola con trittico + Laroxil . Spero di riuscire a scaldarla gradatamente . Lei cosa ne pensa?

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, sicuramente Trittico e Laroxyl alleviano l’astineneza da paroxetina. Come effetto antidepressivo tuttavia sia Trittico che Laroxyl sono deboli rispetto a Paroxetina.

      Rispondi
  2. Anna
    Anna dice:

    Non ho molto sperienza sul farmaco, ma tutti gli antidepressivi creano dei recettori che come sempre crea la memoria recettoriale… E ci vorranno di tempo perche si cancellassero se non verrano stimolati… Ecco il nostro errore terapeutico…. Subito da un farmaco saltiamo sul altro… E quando vedi e’ inefficace, aumenti la dose in modo sproporzionato…. Ecco perche abbiamo insuccesso terapeutico…. E poi diciamo la verità, siamo un paese che le cure psichiatriche per importanza sta sulle ultime posto nella ricerca e finanziamento… E cure psicoterapeutico…
    Non si cura un pz psichiatrico che non sempre per cause endogene ma psico sociale, fattori ambientali entra nel tunnel della depressione….io ancora devo vedere un pz psichiatrico che sia guarito completamente e che abbia lasciato il psicofarmaco per sempre
    Anna

    Rispondi
  3. Guela
    Guela dice:

    Io ho sempre sofferto di ansia depressiva con attacchi di panico arrivando con gli anni alla depressione ho fatto molte cure con antidepressivi per poi passare a gli antipzicotici come la quetapina e tavor rivotril giusto x elencare un paio… Mi chiedevo se questo farmaco andasse bene anche per me visto che la recensione lo definisce efficace ma nn pesante mi potete consigliare? Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Trittico è buono per dormire bene ed è lievemente antidepressivo e ansiolitico. Diciamo che se l’insonnia si associa ad ansia e depressione forti, da solo non basta. Comunque di solito non da effetti indesiderati di rilievo. Certamente deve essere un medico a prescriverlo dopo averla conosciuta.

      Rispondi
  4. Luca
    Luca dice:

    Salve Dott. Mercuri,

    Ma per quanto tempo si può prendere trittico? anche perchè prima o poi bisognerà toglierlo e dormire bene anche senza.

    Grazie anticipatamente

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Non c’è un termine per il trittico che è un farmaco praticamente privo di tossicità a basso dosaggio, sotto diciamo i 150 mg. E’ chiaro come per tutti gli psicofarmaci che bisogna predisporre le cose per poterne fare a meno cioè individuare, affrontare e possibilmente risolvere i problemi alla base dei vari disagi. E, se non sono risolvibili, imparare a conviverci

      Rispondi
  5. Morena
    Morena dice:

    Gentile Dott. Mercuri,
    Mia madre di 86 anni, malata di demenza senile, soffre molto di ansia a causa di allucinazioni sensoriali, nello specifico sente bruciore sulla pelle procurato da animali…. e si gratta in maniera compulsiva, di giorno e di notte . Dopo avere rinunciato ai più comuni psicofarmaci, Haldol, Risperidone, Quetiapina, Olanzapina, per mancanza di efficacia, e presenza di troppi effetti collaterali, sta assumendo da circa 2 anni, Trittico compresse da 50mg. la sera prima di coricarsi. Il sollievo è minimo, quando riesce ad addormentarsi. Di giorno invece non prende nulla. Le chiedo un consiglio, se ritiene questo farmaco adatto al problema di cui sopra, e quali dosaggi sarebbero indicati. Altrimenti quale farmaco in alternativa? Grazie mille anticipatamente

    Rispondi
      • Morena Moretti
        Morena Moretti dice:

        Grazie Dottore, certo capisco perfettamente… verificherò con la dottoressa di mia madre per capire se necessario modificare la terapia per avere più efficacia, visto che lo tollera abbastanza bene. Cordiali saluti

        Rispondi
  6. Cinzia
    Cinzia dice:

    Buongiorno Dott. mi è stato prescritto il Trittico per dormire meglio. Volevo sapere quanto dura il suo effetto e se mi provoca sonnolenza durante la giornata come possono fare certi sonniferi. Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, il trittico esiste nella formulazione in gocce e compresse a rilascio immediato che non vanno bene per dormire ed esiste nelle formulazioni a rilascio prolungato il cui effetto dura per tutta la nottata (il migliore per dormire) e a rilascio super prolungato il cui effetto dura 24 ore. La sonnolenza diurna c’è di solito per la prima settimana al massimo, col rilascio prolungato.

      Rispondi
  7. Moi Daniela
    Moi Daniela dice:

    Buongiorno Dott. A causa di una frattura omerale grave, ho cominciato ad avere problemi di ansia e insonnia. Sospeso il minians disastrosamente mi hanno prescritto il lyrica mattino e sera e rivotril 5 gocce la sera. L ansia va un po’ meglio ma il sonno purtroppo no. Ora mi è stato aggiunto il trittico 60 ml, 10 gocce la sera. Ma servono per l insonnia? Grazie mille.

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, in generale il Trittico va molto bene per l’insonnia ma non la formulazione in gocce. Ci vuole il rilascio prolungato da 75 mg, divisibile in tre pezzettini. Io generalmente faccio cominciare con 1/3 cp che corrisponde a 25 mg da aumentare poi a 50 o a 75 nell’arco di 1 settimana-10 giorni.

      Rispondi
  8. DANIELA
    DANIELA dice:

    Mio padre di 92 anni soffre di insonnia grave , trittico 60mg soluzione gocce può funzionare annuamo cominciato da 2 giorni ma non dorme affatto è sveglio ma non si regge in piedi

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, in generale Trittico è molto ben tollerato anche dagli anziani, basta trovare il dosaggio giusto. Come ho molte volte detto però, le gocce non servono per dormire in quanto sono a rilascio immediato quindi fanno sonno subito ma avendo una brevissima emivita, ti risvegli poco dopo. Ci vogliono le compresse a rilascio lento che hanno creato apposta. Ovviamente le dico cose generiche, dovrei parlare direttamente con lei e con suo padre anche solo via Skype per capire la situazione

      Rispondi
  9. Rosario
    Rosario dice:

    Buongiorno dottore, qualche anno fa ho cominciato a soffrire di attacchi di ansia a volte intensi ma sotto il livello di attacchi di panico con insonnia e disturbi intestinali e peggioramento dell’umore, dopo qualche mese di notevole sofferenza mi sono rivolto a una psichiatra che mi ha prescritto benzodiazepine ( Xanax 0,25 metà mattina e metà pomeriggio, la sera 0,50) e paroxetina 20mg al giorno le confido che dopo meno di due mesi già stavo molto meglio e rapidamente ho sospeso le benzodiazepine….. Nei primi tempi ho accusato un po’ di stipsi e ritardo nell’eiaculazione poi risolti…… Successivamente sono stato molto bene e ho comunque iniziato un percorso psicoterapeutico……. Dopo circa un anno ho ridotto la paroxetina a mezza compressa da 20mg e ho continuato a stare bene anche prendendola poi a giorni alterni…… Pochi mesi fa ho sospeso completamente e dopo poche settimane ho iniziato ad avere episodi di insonnia( consideri che ho passato un periodo molto difficile in seguito alla malattia e poi al decesso di un familiare) nelle ultime settimane è tornata una certa sofferenza psicologica e pochi giorni fa ho avuto un attacco di ansia che mi ha demoralizzato adesso sto prendendo qualche Xanax sempre basso dosaggio e mi sento meglio ma ho paura della dipendenza….. Ricomincio con la paroxetina?? O potrei passare ad altro? Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, purtroppo prendere antidepressivi è come rinunciare a guarire nel senso che è un mettere la testa sotto la sabbia; appena la rimetti fuori togliendo il farmaco, tutto torna come prima e anche peggio. Gli antidepressivi vanno assunti solo nel caso di depressioni gravissime che mettono in pericolo la vita o la bloccano e mai per altri motivi. Mai assumere una antidepressivo per ansia, insonnia, ossessioni, fobie ecc.
      Ora, se vuole stare meglio subito, provi a ricominciare con una bassa dose di Paroxetina, anche 5 mg magari e veda come và. Non sostituisca la paroxetina con lo Xanax perchè anche le benzodiazepine danno problemi alla lunga. E possibilmente cerchi di imparare a convivere con le sue caratteristiche, impari a conoscersi, a capirsi e ad accettarsi senza ricorrere a psicofarmaci.

      Rispondi
      • Rosario
        Rosario dice:

        Grazie dottore, sto continuando la psicoterapia poiché sono convinto che possa essere lo strumento migliore per superare certe condizioni, anche se richiede tempo……. Mi chiedevo se il trittico potesse essere utile nel mio caso visto la buona tollerabilità generale, il minore impatto come antidepressivo e comunque l’efficacia sull’ansia e sui disturbi del sonno….. Grazie per la sua cortesia.

        Rispondi
          • Mary
            Mary dice:

            Salve dottore.
            Volevo chiederle se 13 gocce di trittico prese la sera su prescrizione medica possono causare indebolimento muscolare. Faccio sollevamento pesi e ho 19 anni.
            Grazie per la risposta.

          • Angelo Mercuri
            Angelo Mercuri dice:

            Buongiorno, forse un pò si. Però come sempre con i farmaci bisogna fare un bilancio tra pro e contro: cioè bisogna vedere cosa avrebbe e come starebbe senza prendere trittico. Se non dormisse bene ad esempio, avrebbe ancor meno forza al mattino.

  10. Ivan
    Ivan dice:

    Buongiorno dottore, io avevo una dipendenza da Minias per diversi anni che sono riuscito a eliminare prendendo Tavor (1mg alla sera prima di coricarsi) in seguito a una consulenza psichiatrica per eliminare il Tavor mi è stato consigliato il Trittico gocce (13 gocce) da sostituire al Tavor gradualmente. Al momento sto ancora prendendo entrambi ma vorrei eliminare le benzodiazepine dalla mia vita. Mi consiglia di aumentare il dosaggio di Trittico o come ho letto passare alle compresse a rilascio lento? Ho da molti anni disturbi di ansia lieve e attacchi di panico. Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, intanto per eliminare il Minias non si deve passare al Tavor perchè sono molto simili, sono entrambe benzodiazepine. Per togliere una benzodiazepina bisogna solo passare alla formulazione in gocce e scalare lentamente. Se vuole affiancare il trittico, di solito è molto più efficace la compressa a lento rilascio. Per darle dei consigli personalizzati dovrei ovviamente conoscerla almeno online.

      Rispondi
  11. Sebastiano
    Sebastiano dice:

    Salve dottore, causa fallimento con molte mole ole antidepressivo, il mio curante ha propenso per il contramid 150 rilascio prolungato, da associare all attuale efexor 75. Si era provato più molecole insieme ma niente. Avevamo provato efexor fino a 300 e niente era buono solo per i miei dolori fibromialgici. Ora, secondo lei visto che quello che ho letto dal suo Bell articolo è quello che mi ha detto il curante, potrei beneficiare da questa combinazione trazodone rp e efexor 75 per dolori e depressione ansiosa? Ho visto che lei parlava di un tipo di contramid ad azione ultra prolungata, qual è? Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, l’associazione e i dosaggi vanno bene, l’unica è provare se funziona per Lei. Il Trittico ad azione ultra prolungata è proprio il Contramid che dovrebbe coprire col suo effetto per tutte le 24 ore. L’altro, più adatto per dormire, è il Trittico a rilascio prolungato che copre per circa 12 ore.

      Rispondi
  12. Michele
    Michele dice:

    Salve dottore da. Diversi anni soffro di ossessioni e compulsioni ho provato tutto tipi. Di. Farmaci ssri . ANAFRANIL antipsicotici non sono mai guarito cosa mi. Consiglia grazie. Tante per una. Risposta

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buonasera, io sono convinto che per le forme ossessive gli psicofarmaci non servano. Possono migliorare la situazione temporaneamente ma poi ad essi ci si abitua presto e la sintomatologia ricompare pur prendendo il farmaco.
      Ovviamente dovrei conoscerla direttamente almeno via Skype per potermi fare un’idea.

      Rispondi
  13. Lisa
    Lisa dice:

    Buongiorno
    Soffro di depressione con ansia.
    Da 7 giorni assumo, oltre alla Sertralina (da due mesi) Trittico a rilascio prolungato.
    I primi tre giorni un terzo della pastiglia, i successivi tre giorni due terzi e da stasera pastiglia intera.
    Da 4 giorni mi sveglio e rimango per tutto il giorno con un fastidioso malessere tipo postsbornia (mal.di testa, nausea, difficolta’ a digerire e diarrea. Mi tremano anche le mani.
    Potrebbe essere il trittico?
    Con Sertralina e un tempo Cypralex non ho avuto nessun problema.
    Da settimana.scorsa nom assumo.piu’ lorazepam 1 mg pee dormire. Ne prendo solo mezza al mattino.
    Mia figlia 9 anni e’ a casa.per raffreddore, mal di testa, poca nausea e a tratti mal.di pancia.
    Se dovesse essere il trittico per quanto tempo di solito durano questi effetti? Quanto tempo e’ giusto stringere i denti?
    Grazie

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno, la cosa più probabile è che sia la mancanza del Tavor serale. Non so in quanto tempo lei l’abbia tolto ma sicuramente lo doveva scalare considerando che 1 mg di Tavor corrisponde a 20 gocce. Anche l’ipotesi della leggera forma virale è da prendere in considerazione visto che la figlia ce l’ha.
      Trittico in generale, ai dosaggi bassi che assume lei, non da la sintomatologia che lei riferisce anche se è vero che potrebbe dare un pò di senso di stordimento e lieve cefalea nei primi giorni di assunzione, ma già dopo 1 settimana non più.

      Rispondi
      • Lisa
        Lisa dice:

        Grazie! Che velocita’. Ho parlato oggi con la.psichiatra e mi ha detto di prendere per ora solo 50 mg di Trittico.
        Se il.malessere fosse dovuto al Tavor serale, quanto tempo potrebbe durare il malessere?
        Lo.assumo da settembre

        Rispondi
  14. Marina
    Marina dice:

    Buongiorno, ho 55 anni, da alcuni mesi soffro di tensione, rigidità e forti dolori epigastrici. Ho effettuato una gastroscopia che ha evidenziato solo una lieve gastropatia. Sto prendendo da due mesi lucen 40 e dieta leggera, la situazione è migliorata ma la tensione con rigidità alla bocca dello stomaco persiste. Il medico mi ha prescritto 7 gocce di trittico la sera per aiutarmi a rilassare. Può essere utile? (Io non ho mai fatto uso di ansiolitici, sonniferi etc.)

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno Marina, premettendo che dovrei conoscerla bene prima di poterle dare consigli personalizzati, le dico che nei casi come il suo più ancora di Lucen 40 o associato ad esso sarebbe molto utile un procinetico per lo stomaco come il Levopraid.
      Tale farmaco, oltre a calmare e migliorare l’umore, agisce come un acceleratore dello svuotamento gastrico il che è molto utile nel caso di stati d’ansia cronici che provocano, al contrario, un rallentamento dello svuotamento gastrico e, di conseguenza, provocano tutti i disturbi da iperacidità gastrica e da reflusso gastroesofageo.

      Rispondi
  15. Anna
    Anna dice:

    Salve dottor Mercuri Sono una donna di 58 anni e soffro di ansia sfociata in depressione dopo un anno e mezzo di cura non ne sono ancora uscita sto sempre male Diciamo che sono migliorata con l’ansia non ho più attacchi di panico però c’ho sempre la depressione che sto curando con la mattina dopo pranzo la paroxetina da 20 mg e la sera prendo Il trittico contramid da 150 Mg però ci sono dei giorni che sto meglio ed è giorni proprio triste che non voglio fare niente come posso fare Grazie

    Rispondi
  16. Franca
    Franca dice:

    Buongiorno, sono una paziente con ansia generalizzata e attacchi di panico in cura con GABAPENTIN 300 mg la mattina e 500mg la sera, la sera inoltre prendo 1c di TRITTICO da 75mg e 10 gocce di LORAZEPAM.per dormire. Il nuovo psichiatra mi ha cambiato la cura inserendo SEREUPIN 20 la mattina con GABAPENTIN 300 e togliendo drasticamente TRITTICO la sera, mantenendo GABAPENTIN 500 + LENDORMIN 0,25 + 20 gocce di LORAZEPAM x dormire. Sono 5 giorni che le passo insonni. Sto imoazzendo non dormo ne di giorno, ne di notte. Oggi mi ha detto di inserire alla sera anche SEROQUEL 25mg. Io non mi sento di aggiungere altro. Posso tornare al TRITTICO….AIUTO!

    Rispondi
    • Angelo Mercuri
      Angelo Mercuri dice:

      Buongiorno Franca, premetto che per personalizzare il consiglio dovrei conoscerla. Tuttavia posso dire che in generale è un errore togliere di colpo trittico 75 e inserire Sereupin, come facesse la stessa funzione; si sa che invece non solo mancherà l’effetto ipnotico di Trittico ma Sereupin, nella prima settimana di utilizzo, è addirittura stimolante e ansiogeno. Io inoltre non amo Seroquel, preferisco di gran lunga Trittico.

      Rispondi
      • Franca
        Franca dice:

        Dottore grazie per la sua pronta e cortese risposta. Mi domando se è il caso di segnalare il dottore che come ha fatto con me, farà star male molte altre persone; tra l’altro superbo e scostante di gran lunga lontanto dalla sua delicatezza e comprensione verso le persone affette da questa terribile malattia. Grazie ancora dottor Mercuri.

        Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *