giugno 2019

Cari lettori,

come avrete notato, ho cominciato mesi fa ad allestire una  versione russa del mio sito internet alla quale si accede cliccando su Россия nella barra del menù principale alla sommità di ogni pagina. Questo perché provo molta attrazione e affinità per la Russia e per l’animo dei suoi abitanti; mi piace la lingua, la storia, la letteratura, la musica e la politica di quel grande Paese e vorrei riuscire, attraverso il mio lavoro di medico psicoterapeuta,  ad avviare un dialogo e a conoscere meglio il popolo russo.

A. Mercuri

3 giugno 2019

Io pubblico commenti a libri che ho letto con interesse e che mi sono piaciuti. Lo faccio per cercare di contagiare le persone con la mia passione per tutto ciò che è cultura, cercando di dimostrare l’importanza e l’effetto terapeutico che i libri hanno. Tra i libri che ho amato, ce ne sono alcuni di carattere tecnico, ma la maggior parte è costituita da romanzi famosi, classici della letteratura mondiale.

Sarei contento se qualcuno di voi che legge il mio sito avesse letto qualche libro da me citato, e mi scrivesse alcune sue impressioni.

Un caro saluto,

A. Mercuri


Dicembre 2018

Cari utenti,

un cordiale ringraziamento a tutti voi per l’interesse dimostrato nei confronti del mio sito, visitato da 30.578 diversi utenti negli ultimi tre mesi. Un valore assolutamente al disopra di ogni mia aspettativa.

Se volete visualizzare il rapporto visite di google: Analytics tre mesi

A. Mercuri

Gentili utenti, sto cercando collaboratori per il sito tra medici, psichiatri, neurologi, psicologi e operatori della salute mentale. Se siete interessati a partecipare scrivetemi pure a : info@angelomercuri.it

29.06.20

Gentili utenti, 

chi tra voi avesse letto “Vita e destino” di Vasilij Grossman mi scriva gentilmente una propria impressione o commento.

Grazie,

A. M.

25 giugno 2018

Cari Lettori,

noto che leggete soprattutto articoli relativi a farmaci e malattie. Sono comunque contento che frequentiate il mio sito ma vorrei che deste importanza anche alle argomentazioni umanistiche e non solo ai dati scientifici: non adeguatevi passivamente alla mentalità contemporanea che vede nella scienza la soluzione di tutti i problemi.

I disturbi nervosi e mentali solitamente sono costituzionali cioè espressione di una determinata struttura cerebrale, spesso ereditaria, che, con periodi più o meno buoni, porta ad avere una certa sintomatologia; pertanto il più delle volte non è realizzabile l’obiettivo di eliminare completamente la “malattia” ma quello che si può fare è minimizzarne i sintomi fino a conviverci in armonia.

Per far questo, l’unica strada è arricchire la propria personalità  con la cultura umanistica: letteratura, arte, poesia, religione, gusto per il bello, rapporti umani sinceri e profondi, ideali di vita, tutte cose reali ma non scientifiche, non tecnologiche, cose che aiutano molto di più a guarire di tutta la scienza e gli psicofarmaci del mondo.

A. Mercuri