Libro: “L’uomo che amava solo i numeri”

Paul Erdòs è stato un famoso matematico ungherese del 1900 che ha contribuito a sviluppare la teoria dei grafi, da cui poi è sorta la teoria delle reti. Era un uomo strano, un genio folle, per il suo stravagante stile di vita. Non amava le donne ma solo sua madre, era tossicodipendente da caffeina e poi da amfetamine, odiava gli alcolici, era vagabondo nel vero senso perchè aveva rifiutato una cattedra di insegnamento fissa e una casa. Girava il mondo con due valige sempre in cerca di amici matematici che lo ospitassero e coi quali fare nuove scoperte. Non aveva alcun senso pratico della vita, nessuna capacità manuale fuorchè quella di scrivere formule e farsi scivolare in bocca una fialetta di amfetamina o una pastiglia di caffeina. Ma tutte queste stranezze gli venivano perdonate e anzi erano fonte di inesauribile curiosità, perchè Paul Erdòs e’ stato uno dei più grandi geni matematici del 1900.

Il divulgatore scientifico Paul Hoffman, sempre a caccia di genii scientifici, ha conosciuto personalmente Paul Erdòs e ne è rimasto tanto impressionato da scrivere il bellissimo libro “L’uomo che amava solo i numeri: la storia di Paul Erdòs, un genio alla ricerca della verità matematica”. Un libro divulgativo, di facile e avvincente lettura: davvero, ve lo consiglio. Per una breve biografia aneddotica di Paul Erdòs, cliccate qui

A. Mercuri

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *