Amitriptilina

L’Amitriptilina è un farmaco antidepressivo della famiglia degli antidepressivi triciclici. In Italia il nome commerciale più noto è Laroxil; esiste in gocce, fiale e compresse, ha una potente azione sedativa legata alla sua attività anticolinergica (antimuscarinica) e antiistaminica (anti H1). Esercita inoltre un effetto antiadrenergico anti Alfa1 responsabile di ipotensione ortostatica e congestione nasale.

A basso dosaggio può essere usata nella prevenzione di alcune forme di cefalea (cefalea tensiva e cefalea a grappolo), nella discinesia biliare ricorrente (la disfunzione dello sfintere di Oddi), nell’enuresi notturna, nella semplice ansietà, disturbo da stress post traumatico, insonnia, dolore cronico neuropatico (diabetico, posterpetico) sindrome fibromialgica, intestino irritabile, cistite interstiziale, scialorrea.

L’Amitriptilina e il suo metabolita Nortriptilina, agiscono principalmente come inibitori potenti della ricaptazione della Noradrenalina e, debolmente, della Serotonina. Per questa ragione, attualmente, l’Amitriptilina viene raramente usata, da sola, come antidepressivo in quanto efficace solo a dosaggi alti, per i quali compaiono fastidiosi effetti collaterali dovuti alle proprietà antistaminiche anti H1 (aumento di peso, sonnolenza, sedazione), antiadrenergiche anti alfa1 (sedazione, naso chiuso, ipotensione ortostatica) e anticolinergiche centrali e periferiche di tipo antimuscarinico (capogiri, bocca secca, stitichezza, tachicardia, difficoltà di minzione, visione offuscata). Può essere molto più utile come antidepressivo sedativo da somministrare la sera nelle depressioni con insonnia ma solo in associazione con altri antidepressivi dotati di un’azione serotoninergica più incisiva poichè, in tal caso, si può mantenerne basso il dosaggio.

Per la scheda tecnica di Laroxyl, redatta da AIFA, clicca LAROXYL aifa

Troverete la scheda tecnica ufficiale del farmaco con tutti i dettagli, redatta dal produttore, corretta e approvata dalla Società Italiana del Farmaco (AIFA): stranamente, nonostante AIFA sia un’istituzione del Ministero dell Salute, non sempre è completo e veritiero ciò che vi trovate scritto: in questo caso, dicono che Laroxyl è un farmaco noradrenergico e serotoninergico ma in realtà è quasi soltanto un noradrenergico e questo spiega il fatto che pochissimi pazienti lo trovano utile, da solo, per la depressione.

Angelo Mercuri