Vivere più sereni

Ho letto recentemente il libro di Maurizio Pallante “La felicità sostenibile” Ed. Rizzoli 2009 e devo dire che ne sono entusiasta. Lo consiglio vivamente a chi ha capito che gran parte delle “malattie nervose e mentali” di oggi altro non è che un disadattamento, più che giustificato e anzi auspicabile, ad uno stile di vita folle.

Domandatevi sempre se il vostro disagio è causato da una reale malattia oppure se è conseguenza di uno stile di vita malato impostovi da una società economicizzata e tecnologizzata ad arte da un’oligarchia industriale impostasi lentamente a partire dagli anni del boom economico; se decidete per la seconda ipotesi, quella di gran lunga più probabile, non perdete il sano e sacrosanto diritto di dire NO! Ma per ribellarsi bisogna prima formarsi idee chiare leggendo. Fatevi degli ideali vostri, secondo le vostre personali inclinazioni, che siano di destra, di centro o di sinistra non importa: solo così non saranno più i Signori Industriali a comandarvi.

Angelo Mercuri

Pornografia

*A mio parere, un esempio di civiltà da seguire, per salvaguardare la                     salute mentale di tutti ma, soprattutto, dei nostri adolescenti!!!

MONDOEUROPARUSSIA

Venerdì 16 settembre 2016

IN RUSSIA SONO STATI BLOCCATI I SITI DI PORNHUB E YOUPORN*

http://www.tpi.it/mondo/russia/pornhub-youporn-bloccati-russia

Isteria

I medici antichi (in testa Ippocrate) notando che le crisi isteriche erano molto più comuni tra le donne pensavano dipendessero, in vari modi anche fantasiosi, dall’utero.

Il termine ‘isteria’ deriva infatti da una parola latina che significa, appunto, “utero”.

Nel Medioevo poi si pensò che all’origine di esse vi fosse una possessione demoniaca.

Solo successivamente acquistò credito l’ipotesi scientifica di una disfunzione del sistema nervoso.

Nella popolazione generale, l’isteria colpisce da 1 su 10000 a 5 su 1000 persone a seconda della regione geografica e le donne risultano affette circa 5 volte più dei maschi. Probabilmente vi è una forte componente genetica perché assai spesso i gemelli identici la manifestano entrambi e nelle famiglie è un disturbo che ricorre.

Fattori di rischio sono il sesso femminile, condizioni socioeconomiche disagiate, scarsa cultura e abusi sessuali nell’infanzia.

Disturbo di “conversione” significa che un conflitto fisico viene convertito in disturbo fisico, quindi proiettato nel corpo.

Da notare la costante presenza di tratti istrionici di personalità e di tendenza a manifestare con enfasi i propri vissuti emotivi e caratteristica è la forte suggestionabilità dei soggetti affetti.

Di grande importanza è sapere che le crisi isteriche sono assolutamente involontarie, non sono cioè frutto di simulazione ma, all’opposto, colgono di sorpresa e sgomentano il paziente stesso.

Nelle crisi isteriche vi sono manifestazioni neurologiche che tubano, per eccesso o per difetto, qualsiasi distretto corporeo innervato: manifestazioni psichiche come delirio o allucinazioni; motorie somatiche come paralisi, incoordinazione, crisi epilettiche, tremori vari o movimenti coreiformi  e  catatonia; motorie viscerali come crampi o ritenzione urinaria; vasomotorie con spasmo o dilatazione dei capillari sanguigni; sensitive come varie forme di anestesia, analgesia o iperestesia; sensoriali come cecità, sordità.

CONTINUA….

Riflessioni

Gentili utenti, dopo un anno e mezzo finalmente ho finito e pubblicato il mio libro.

Se vi fa piacere leggerne una parte cliccate sul link sottostante.

P.S. Tranquilli, è un link sicuro!

https://goo.gl/aJYLrK

Autoaffermazione e Autodistruzione

Mi convinco sempre più che nessun essere umano è programmato per seguire solo scelte vantaggiose per sè. Viviamo tutti costantemente in un equilibrio dinamico tra autoaffermazione e autodistruzione. Continua a leggere

adolescenti e pornografia

“ …la ragazzina è stata invitata da tre suoi amici in un garage e lì convinta ad avere con loro un rapporto sessuale orale. Un incontro ripreso con i telefonini dagli amici. E sempre attraverso gli smartphone  condiviso e inoltrato. …”.

Questo stralcio preso da un quotidiano di qualche giorno fa’ si riferisce ad un fatto di cronaca avvenuto a Castelfranco in cui protagonisti sono tre ragazzini dai 14 ai 15 anni e una ragazzina di 13.

A proposito del sesso come gioco e innocua bravata tra adolescenti mi sembra evidente che questo fenomeno, dilagante tra i giovanissimi, sia conseguenza di una sessualità intesa come puro e innocuo divertimento al pari di un bicchiere di vino o un ballo.  Tale visione riduttiva e pericolosa di un sesso sganciato dalla funzione riproduttiva e dai legami affettivi è sicuramente favorita da quei filmati squallidi e deprimenti che si possono vedere nei siti pornografici gratuiti di internet, a portata di tutti con un semplice clic: è ovvio che la curiosità degli adolescenti riguardo al sesso li spinge ad esserne assidui fruitori e poi emulatori.  Fino a poco fa certi filmati erano vietati ai minori: come mai adesso solo perché c’è internet possono essere alla portata di tutti? Si tratta forse di una conquista di civiltà avere un internet stracarico di porcherie incensurabili e ad accesso libero anche per i bimbi? Ma a che livello di stanchezza e degrado morale siamo giunti se non abbiamo più la forza di reagire contro chi rovina i nostri figli piccoli? Se i signori della pornografia fanno affari d’oro, li fanno perché dietro ci sono gli adulti a finanziarli con acquisti vari se no quei siti chiuderebbero il giorno dopo. Quindi: censurare internet è da bigotti, vietarlo ai minori impossibile, costringere certi siti a chiudere illegale. E avere figli già stufi della vita a vent’anni cos’è? Un’inevitabile disgrazia?

A.M.

Finalmente un bell’esempio

Daniela e Davide, maghi
del formaggio a Pieve D’Alpago

 

 

di Andrea Ciprian

BELLUNO – Stanno conquistando i palati dei bellunesi con le loro squisite ricotte di pecora, vendute ogni sabato all’agrimercato di piazza Piloni, ma Davide Bortoluzzi eDaniela Pasinetti, la sua compagna, nella loro azienga agricola di Nusieda (in comune di Pieve d’Alpago, tra Sitran e Tignes, a 2 chilometri dalla zona industriale di Paludi) fanno molto altro. Tra le specialità dei due giovani pastori, 27 anni lui, 34 lei, ci sono anche la robiola, lo yogurt e i formaggi fatti con il latte di capra. Insieme hanno realizzato un sogno che covavano fin da bambini: vivere e lavorare a stretto contatto con la natura e con gli animali.

Davide, che da piccolo a Babbo Natale chiedeva le caprette e non i videogiochi, si è diplomato all’istituto tecnico, ma allo studio tecnico del padre ha preferito i pascoli delle montagne bellunesi sui quali conduce un gregge di 400 pecore. Daniela, di origini vercellesi, è geometra e anche lei alle scrivanie e alle code al catasto ha preferito gli spazi aperti in quota. Non ha ceduto neppure alle sirene della moda: il fotografo del suo paese, Rocco Toscani – figlio del celebre Oliviero – le propose di fare un book ma lei ha risposto che quello della modella era un mestiere che non le interessava.

Tecnocrazia

Leggevo sui quotidiani qualche giorno addietro la notizia relativa alla riuscita ibridazione del DNA con molecole ad esso estranee e facevo una riflessione: Continua a leggere

Abbondanza e continenza

L’abbondanza continua di cibo è una condizione molto recente (una cinquantina d’anni) che l’essere umano non è geneticamente nè psicologicamente preparato ad affrontare. Continua a leggere

Lavoro fisico e lavoro mentale

Oggi una gran parte di noi lavora seduto usando solo il cervello magari per otto o più ore al giorno.

Se guardiamo indietro però, i nostri antenati anche prossimi (nonni) lavoravano coi muscoli, utilizzando il cervello al servizio del movimento e non in modo autonomo come noi. Continua a leggere